Creare Memorie

La possibilità di trascorrere dei momenti seppure brevi con il proprio bambino consente di creare memorie importanti che sono fondamentali per l’elaborazione di questo evento traumatico. Il bambino sta poco con noi e ricostruire le tracce del suo passaggio rende onore alla sua breve vita e rappresenta l’unica strategia per ancorare l’esperienza alla realtà, alla concretezza; è un modo per affermare il suo “essere” individuale e originale.

Purtroppo l’esigenza di non affrettare i tempi dovuta alla luce degli aspetti traumatici che rendono impossibile per i genitori decidere in tempi brevi, si scontra talvolta con le esigenze delle strutture sanitarie che richiedono ai genitori di prendere delle decisioni piuttosto rapide su temi quali esami da eseguire, procedure per la sepoltura ecc.
Occorre quindi lavorare sulla consapevolezza degli operatori sanitari e delle persone di sostegno che devono cercare di essere in sintonia con le i bisogni reali dei genitori che possono non essere avvertiti dagli stessi per lo stato di shock in cui si trovano. Senza insistenze mai utili, se la mamma non se la sente subito di vedere il proprio bambino, si può aspettare un po’ e poi riprovare a chiedere aiutandola a capire i vantaggi di tale gesto. E così per tutte le altre decisioni da prendere.

Creare memorie del proprio bambino e condividerle nel tempo è per molti una “chiave” per consentire di integrarlo nella propria vita.

La scelta di un nome, che conferma la collocazione del bambino nella famiglia, la possibilità di toccare, trattenere, coccolare e parlare con il bambino dopo il parto, la scelta di come vestirlo, di misurarla, di rilevare l’impronta dei suoi piedini e delle sue manine, o la realizzazione di foto o video sono strumenti che possono facilitare l’attraversamento e il superamento del periodo del lutto perché permettono di ritrovare il proprio bambino.

Oltre a quanto già indicato, fra le “memorie” che possono essere create e aiutare a mantenere vivo il ricordo del bambino:

• Scrivere una lettera, una canzone o una poesia al bambino
• Creare un albero genealogico compreso il bambino
• Tenere un diario per registrare pensieri e sentimenti sul bambino
• Organizzare un servizio commemorativo o una benedizione
• Piantare un albero di ricordo
• Progettare un monumento da mettere sulla tomba del bambino o in un altro luogo speciale
• Realizzare oggetti commemorativa: una cornice fotografica, una scatola della memoria o altri simili
• Adottare una stella
• Fare delle donazioni ad altri bambini in onore del bambino scomparso.

Author Image

Corpus in Fabula- Siamo un gruppo di professionisti counselor, psicologi, formatori, educatori, docenti, medici ed educatori. Ognuno di noi opera in più ambiti istituzionali, extra-istituzionali, del profit e del non-profit e crede nelle potenzialità del lavoro integrato e dell’approccio interdisciplinare.

Redazione Corpusinfabula – who has written posts on Corpus In Fabula.